Tutto chiuso

0
editoriale italiano

Lo prevede un nuovo decreto del Ministero dell’Interno che da oggi chiude l’Italia senza riserve.
Le sole aree che saranno mantenute aperte saranno quelle dei supermercati e delle farmacie, con l’aggiunta anche delle edicole (perché l’informazione italiana é ancora ancorata ad una distribuzione cartacea dal 1950).
Dunque si chiude tutto, negozi, bar, pub, ristoranti. In effetti in questi giorni sembrava un controsenso. Girare per le città semi-deserte e vedere assembramenti nei bar e nei ristoranti. Qualcosa non quadrava proprio.
Adesso non abbiamo più scuse, siamo al livello massimo di contenimento. Da questa mattina per 15 giorni si dovranno analizzare dati e statistiche per evidenziare se la formula funziona oppure no.
Se dovesse funzionare saremmo ad un punto di svolta importante. Se non dovesse funzionare saremmo ad un punto di non ritorno pericoloso della nostra storia nazionale.
Rimane la consapevolezza che insieme possiamo affrontare la situazione delicata, rimane la voglia di uscirne al più presto. Rimane l’idea fissa di voler una volta per tutte sconfiggere questo male invisibile che entra nel nostro organismo e ci uccide in alcuni casi.
E’ arrivato il momento di unire le forze, di credere nelle nuove misure di contenimento per quanto estreme.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here