Trump ed il problema con le tasse

editoriale italiano

Il New York Times ha ottenuto le informazioni fiscali di Donald Trump che si proiettano per più di due decenni nel passato, rivelando proprietà in difficoltà, vaste cancellazioni, una battaglia di revisioni e centinaia di milioni di debiti in scadenza.
Donald J. Trump ha pagato 750 dollari in tasse federali sul reddito l’anno in cui ha vinto la presidenza. Nel suo primo anno alla Casa Bianca, ha pagato altri 750 dollari.
Avete capito bene, non abbiamo scritto 750 mila dollari, ma solo 750.
Non aveva pagato alcuna imposta sul reddito in 10 dei 15 anni precedenti, in gran parte perché aveva riferito di aver perso molto più denaro di quanto avesse guadagnato. Ma questo é il gioco fiscale più vecchio al mondo messo in atto dai più furbi che di solito fanno girare più soldi di chiunque altro.
Mentre il presidente intraprende una campagna di rielezione che secondo i sondaggi rischia di perdere, le sue finanze sono sotto stress, assalite da perdite e centinaia di milioni di dollari di debiti che ha personalmente garantito.
Su di lui incombe anche una battaglia di revisione decennale con l’Internal Revenue Service sulla legittimità di un rimborso fiscale di 72,9 milioni di dollari che ha rivendicato e ricevuto dopo aver dichiarato enormi perdite. Una sentenza avversa potrebbe costargli più di 100 milioni di dollari.
Le dichiarazioni dei redditi che Trump ha lottato a lungo per mantenere private raccontano una storia fondamentalmente diversa da quella che ha venduto al pubblico americano.
Le sue relazioni all’I.R.S. dipingono un uomo d’affari che incassa centinaia di milioni di dollari all’anno eppure accumula perdite croniche che impiega in modo aggressivo per evitare di pagare le tasse.
Dunque l’uomo che vuole insegnare economia al mondo intero sarebbe sommerso dai debiti… o comunque almeno dai costi di gestione dei suoi enormi capitali.
Senza la Presidenza il suo impero finanziario dunque potrebbe essere al collasso? Ma anche questa é una storia già sentita in molti altri Paesi, Italia compresa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here