Trump definisce fenomenale come ha gestito la pandemia

editoriale italiano

Il presidente Donald Trump ieri si è dato un voto “A +” sulla sua gestione della pandemia da coronavirus, affermando che lui e la sua amministrazione hanno svolto un “lavoro fenomenale” anche se il bilancio delle vittime si avvicina a 200.000 americani.
Allo stesso tempo, si è dato una “D” su quelle che ha chiamato “pubbliche relazioni”.
“Abbiamo fatto un lavoro fenomenale. Non solo un buon lavoro. Un lavoro fenomenale. A parte le pubbliche relazioni, ma è perché ho notizie false. Sulle pubbliche relazioni, mi do una D “, ha detto in un’intervista telefonica su “Fox and Friends”.
“Sul lavoro, prendiamo un A +, con i ventilatori messi a disposizione in tempi record e ora con i vaccini che arrivano anni prima del previsto”, ha aggiunto.
“Stiamo girando l’angolo, con o senza vaccino, odiano quando dico questo, ma è così”, ha detto Trump, mentre gli esperti avvertono che l’epidemia potrebbe peggiorare durante l’inverno.
Ma Trump non ha paura di ricordare, azzardando parecchio sui tempi, che entro la fine di Ottobre gli Stati Uniti potrebbero avere un vaccino. Ci vorrà tempo per somministrarlo a tutti, ma farà di tutti per accelerare anche questa seconda fase di distribuzione e somministrazione.