Si discute sulla quarantena di 15 giorni per chi entra in Italia

0
editoriale italiano

In effetti ogni singolo Paese ha sviluppato gli ordini di lockdown e di distanziamento sociale a modo proprio.
In maniera indipendente e sulla base del momento differente in cui il contagio ha raggiunto ogni Paese si sono mosse le macchine governative a tutela dei propri cittadini.
Ecco dunque la necessità nell’immediato di stabilire e chiarire la posizione per ciascuna nazione in merito a coloro che, una volta riaperte le frontiere, potranno recarsi in altri Paesi.
Stessa storia vale per l’Italia e per chiunque dovesse cercare di venire o rientrare in Italia. Per tutti, proprio per le differenti posizioni e tempistiche sull’isolamento, si dovrebbe poter confermare un periodo di isolamento volontario che deve sempre essere di almeno 14 giorni.
Senza scusanti e senza alternative. Questa regola dovrebbe valere per chiunque, per qualsiasi Stato nel mondo almeno per i prossimi 3 mesi.
In molti se lo chiedono e si chiede vi possa essere maggiore chiarezza a tal proposito nelle prossime ore e comunque prima che si possa entrare nella Fase 2, impostata per il 4 Maggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here