Si dichiara colpevole per evitare la pena di morte

0
editoriale italiano

Un ex poliziotto di 74 anni noto come Golden State Killer si è dichiarato colpevole di 13 omicidi.
Joseph James DeAngelo Jr era rimasto quasi sempre in silenzio in tribunale, dal suo arresto del 2018 fino a quando non ha ripetutamente pronunciato le parole “colpevole” e “lo ammetto” come parte di un patteggiamento che gli risparmierà la pena di morte in cambio dell’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale .
DeAngelo, che era un ufficiale di polizia durante i suoi crimini risalenti agli anni ’70 e ’80, fu arrestato solo due anni fa dopo che il suo DNA fu confrontato con quello risalente alle varie scene del crimine risalenti agli omicidi.
“La portata dei crimini di Joseph DeAngelo è semplicemente sbalorditiva”, ha affermato il procuratore della contea di Sacramento Thien Ho. “Ogni volta è fuggito, allontanandosi silenziosamente nella notte.”
DeAngelo, seduto su una sedia a rotelle in una grande stanza della Sacramento State University, preparata apposta come un’aula di tribunale, ha ammesso e si sarebbe dichiarato colpevole di 13 accuse di omicidio.
Ha anche ammesso numerosi stupri, furti con scasso e altri crimini.
DeAngelo, un veterano del Vietnam e un nonno, non era mai stato nel radar degli investigatori che hanno trascorso anni cercando di rintracciare il colpevole di quei crimini.
Il misterioso assalitore, assassino e stupratore di quegli anni era stato soprannominato il Golden State Killer e finalmente adesso ha un nome ed un cognome vero.
La polizia ha usato il DNA dalle scene del crimine per trovare prima un lontano parente di DeAngelo attraverso un popolare database di siti web di genealogia e quindi ha costruito un albero genealogico che alla fine ha portato al mostro.
Lo hanno pedinato e hanno segretamente raccolto DNA dalla portiera della sua macchina e da un fazzoletto scartato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here