Se noi non andiamo al museo, il museo viene da noi

0
editoriale italiano

Come parte degli sforzi di contenimento per limitare i contagi da coronavirus, la lista dei musei che stanno aprendo le loro porte virtuali online si allunga di giorno in giorno.
In tutto il mondo non c’é oggi un museo aperto in tutto il mondo, a parte forse in Svezia.
Oltretutto nessuno é in grado di prevedere quando potranno riaprire. Ecco dunque la mossa digitale che affascina e rallegra gli appassionati di arte in tutto il mondo.
Dal Metropolitan Museum of Art allo Smithsonian Museums, al Los Angeles County Museum of Art sino al Louvre di Parigi.
Tutti a lottare contro il tempo per essere online, con visite virtuali sempre più affascinanti.
Ovvio che la chiusura forzata sta portando per alcuni di loro anche qualche problema economico, le spese da fronteggiare sono spesso elevate e senza i visitatori di tutti i giorni, diventano insostenibili.
Ecco perché il tour virtuale diventa un’ottima risorsa da sfruttare al meglio, purché sia di qualità elevata, altrimenti l’utente ormai abituato al meglio, si stanca e se ne va.
Molte scelte online sono gratuite per buona parte ma é giusto e normale che i tour virtuali possano essere anche a pagamento. Pensate di visitare dal divano di casa, il Louvre, o i Musei Vaticani…
Nel frattempo persino Google ha avviato una collaborazione con oltre 500 musei e gallerie nel mondo, nello sforzo di aumentare l’accesso alle arti.
Praticamente potrete vedere immagini di opere di ogni genere oppure anche in alcuni casi video virtuali per i quali il sistema usato é quello di Street View, che però vi porta all’interno del museo non solo davanti alla porta d’ingresso.
Tra le scelte di Google, il Van Gogh Museum di Amsterdam, il Museum of Modern Arts di New York, la National Gallery di Londra ed J.Paul Getty Museum di Los Angeles.
Ovvio non vedrete proprio tutto quanto, ma di sicuro vivrete un’esperienza virtuale straordinaria, che dal vostro forzato contenimento in casa vi porterà a viaggiare con la mente e con l’immaginazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here