Ragazza posta foto con dito medio a Salvini

0
editoriale italiano

Alla fine, nella vita c’é sempre un modo per fare le cose. Giusto o sbagliato non te lo insegna nessuno, lo devi imparare da solo basandoti sulle regole del rispetto e delle convivenza. Altrimenti non sei una persona furba o più intelligente di altre, ma sei la stupida di turno che per avere più attenzione possibile dai socials é disposta a tutto. Ora i socials l’attenzione te la danno anche ma sono pronti a stravolgere la tua vita per quella che alla fine é solo una bravata di una persona in cerca di quell’attenzione che probabilmente nella vita di tutti i giorni non ha.
Perché le cose non si fanno in questo modo. Esiste da sempre un limite nel rispetto verso gli altri che quando viene sconfinato riporta la situazione ad un livello talmente basso che non vale nemmeno la pena discuterne.
Poi si può sorridere per una foto di questo genere, oppure ci si può anche arrabbiare, ma alla fine si é passato il limite e questo rende tutto molto triste.
Lo stesso limite che fa guadagnare il rispetto alle persone che lo meritano e lo toglie a coloro che pensano di fregarsene.
Privacy a parte, possiamo essere in sintonia o meno con Matteo Salvini e con le sue idee politiche, oppure possiamo andare nelle piazze con le sogliole invece delle sardine, ma alla fine questo limite non andrebbe mai passato.
Perché questo é il Paese dei contrari, dove oggi siamo contenti perché i dati dicono che calano i migranti verso l’Italia e l’Europa (non a caso l’effetto Salvini) e nello stesso giorno indaghiamo Matteo Salvini per sequestro di persona.
Ma se poi perdiamo anche il controllo e superiamo il limite nel rispetto della privacy delle persone, allora abbiamo perso tutto, tanto vale lasciar perdere perché siamo diventati miseri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here