Quando il gioco si fa duro alle spalle spunta Bloomberg

editoriale italiano

L’ex sindaco di New York City, Michael Bloomberg sta investendo almeno 100 milioni di dollari per aiutare la campagna presidenziale di Joe Biden nel cruciale stato della Florida.
Non a caso questi soldi vengono messi a disposizione di Biden poco dopo che l’entourage che segue la campagna di Trump ha dichiarato nei giorni scorsi che almeno 100 milioni di dollari saranno spesi per aiutare il presidente nella ri-elezione.
Ora i democratici hanno capito quanto la Florida sia determinante nella corsa alla Casa Bianca e dunque hanno deciso, con i soldi messi a disposizione di Bloomberg, di guadagnare spazio e consensi.
I repubblicani, tuttavia, si sentono fiduciosi nelle loro possibilità proprio nello stato della Florida, indicando le vittorie del GOP nel 2018 e un’affluenza più forte del previsto nel 2016 come prova che lo stato sta andando nella loro direzione.
A dimostrazione che l’investimento pianificato da Bloomberg abbia messo in allerta Trump, tuttavia, domenica mattina il presidente ha twittato il suo disprezzo per Bloomberg: “Pensavo che Mini Mike avesse chiuso con la politica democratica dopo aver speso quasi 2 miliardi di dollari, e poi dando la peggiore e più inetta performance di dibattito nella storia della politica presidenziale. Pocahontas ha concluso la sua carriera politica alla prima domanda, OVER! Salvate invece NYC”, ha twittato.