in ,

Principe saudita ha approvato operazione per uccidere Khashoggi

editoriale italiano

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha approvato l’operazione per catturare o uccidere il giornalista Jamal Khashoggi nel 2018, secondo un rapporto dell’intelligence che potrebbe avere implicazioni radicali per le relazioni USA-Arabia Saudita.
Il rapporto, diffuso venerdì dall’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale, cita il controllo del principe ereditario sul processo decisionale in Arabia Saudita, nonché il coinvolgimento di un consigliere chiave e membri del suo direttivo nell’operazione che ha ucciso Khashoggi.
“Dal 2017, il principe ereditario ha il controllo assoluto delle organizzazioni di sicurezza e di intelligence del Regno, rendendo altamente improbabile che i funzionari sauditi avrebbero effettuato un’operazione di questa natura senza l’autorizzazione del principe ereditario”, afferma il rapporto.
La valutazione guidata dalla CIA, che fino ad ora era stata classificata, arriva nel momento in cui il presidente Joe Biden prova a riformulare le relazioni degli Stati Uniti con l’Arabia Saudita dopo anni in cui l’amministrazione Trump ha ignorato le violazioni dei diritti umani del regno nonostante la condanna al Congresso e alle Nazioni Unite.
Khashoggi, un 59enne residente negli Stati Uniti e collaboratore del Washington Post che aveva criticato la famiglia reale saudita, è entrato in un consolato saudita in Turchia il 2 ottobre 2018 e non se n’è mai andato.
È stato ucciso da un gruppo di assassini, che poi hanno smembrato il suo corpo. I suoi resti non sono mai stati recuperati.
“Il principe ereditario considerava Khashoggi una minaccia per il Regno e ha ampiamente sostenuto l’uso di misure violente, se necessario, per zittirlo”, afferma il rapporto dell’intelligence statunitense. “Sebbene i funzionari sauditi avessero pianificato in anticipo un’operazione non specificata contro Khashoggi, non sappiamo con quanto anticipo i funzionari sauditi abbiano deciso di fargli del male”.
In un rimprovero diplomatico al principe ereditario, la Casa Bianca ha chiarito questa settimana che Biden non vede il 35enne bin Salman come la sua controparte e preferisce portare avanti i rapporti attraverso il suo anziano padre, re Salman. Il giovane bin Salman è stato il volto pubblico del regno da quando è diventato principe ereditario nel 2017.

Written by Manuela Paolini

Leave a Reply

editoriale italiano

John Geddert, indagato per abusi sessuali, si é suicidato

editoriale italiano

Verso la chiusura delle scuole