Prete contagiato muore dopo che ha rifiutato il respiratore per lasciarlo ad un giovane

0
editoriale italiano

Da sempre la parte più bella della chiesa é quella che nessuno vede sulle pagine dei giornali. Un prete italiano che era stato contagiato dal coronavirus é morto dopo che ha lasciato il suo respiratore ad un paziente anch’egli contagiato ma molto più giovane.
Don Giuseppe Berardelli, 72 anni, era il parroco di Casnigo, un piccolo paesino a circa 60 km a nord di Milano.
Una volta confermata la sua positività al coronavirus é stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Lovere, in provincia di Bergamo.
Ma in ospedale, resosi conto della situazione estrema, ha rifiutato di utilizzare il respiratore per sé e ha chiesto che venisse dato ad un paziente appena ricoverato ma ben più giovane. Una persona sconosciuta, mai vista prima.
Ma questo era don Giuseppe Berardelli, che amava la vita e le moto.

View image on Twitter

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here