Oracle compra Tik Tok

0
editoriale italiano

Secondo il Wall Street Journal, Oracle ha accettato di acquistare le attività statunitensi di TikTok dalla sua società madre ByteDance con sede a Pechino, settimane dopo che il presidente Donald Trump ha emesso un ordine esecutivo che minacciava di vietare l’app a meno che non fosse venduta a una società americana.
Oracle è spuntato quasi dal nulla, all’inizio del mese scorso si pensava a Microsoft come possibile acquirente, e ha avuto la benedizione del presidente Trump.
Il Journal non ha dettagli sull’accordo, nemmeno sul suo prezzo.
Microsoft ieri sera ha detto che era fuori corsa per TikTok e che la sua offerta era stata rifiutata da ByteDance.
L’offerta del gigante del software è stata sostenuta dalle società di venture capital General Atlantic e Sequoia Capital, entrambe importanti investitori nella società madre di TikTok, ByteDance, con sede a Pechino.
Uno dei partner di Sequoia, Doug Leone, uno dei principali donatori di Trump, e Bill Ford, CEO di General Atlantic, avrebbero collaborato con la Casa Bianca per contribuire a garantire l’accordo per il consorzio Oracle.
L’offerta di Oracle batte un’offerta congiunta concorrente di Microsoft e del gigante della vendita al dettaglio Walmart, che era entrato pubblicamente nella mischia giovedì, dicendo alla CNBC che avrebbe utilizzato TikTok per far crescere la sua attività di e-commerce e pubblicità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here