Nuovo lockdown in alcune zone dell’Australia

0
editoriale italiano

Le autorità attiveranno una nuova fase di lockdown a partire da oggi per circa 300.000 persone nei sobborghi a nord di Melbourne, almeno per un mese, per contenere il rischio di infezione dopo due settimane di aumenti a due cifre nei nuovi casi di coronavirus nel secondo stato più popoloso dell’Australia.
L’Australia è andata meglio di molti paesi nella pandemia, con circa 7.830 casi e 104 morti, ma gli ultimi dati pervenuti hanno alimentato i timori di una seconda ondata di COVID-19, facendo eco alle preoccupazioni espresse in altri paesi.
A livello globale, i casi di coronavirus hanno superato i 10 milioni da domenica, una pietra miliare nella diffusione di una malattia che ha ucciso oltre mezzo milione di persone in sette mesi.
Da mezzanotte dunque, più di 30 sobborghi nella seconda città più grande dell’Australia torneranno alla fase delle nuove restrizioni, il terzo livello più rigoroso per controllare la pandemia. Ciò significa che i residenti rimarranno confinati a casa tranne che per fare la spesa, per appuntamenti sanitari, lavoro o assistenza, ed esercizio fisico.
Saranno pattugliati i confini, hanno affermato le autorità. Le misure arrivano mentre i cordoli si allentano nel resto dello stato di Victoria, con ristoranti, palestre e cinema che riapriranno a breve.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here