Non togliete il calcio e permettete a tutti di vedere le partite

0
editoriale italiano

Per quanto surreale l’ambiente durante la partita Juventus – Inter di ieri sera, vinta dalla squadra di casa con un goal di Ramsey ed una genialità di Dybala, resta pur sempre uno spazio temporale necessario, forse indispensabile, per il telespettatore.
Affrontare la situazione Coronavirus non é semplice. Vedersi condizionata la libertà di movimento non é cosa da poco da gestire, insieme a tutta la famiglia risulta essere un fardello enorme.
Per questo il calcio può dare una mano. Nei limiti della sicurezza per tutti, i 90 minuti di una partita possono regalare un senso di normalità di cui mai come oggi gli italiani hanno bisogno. Bisognerebbe non fermare il campionato a costo di giocare su campi in zone “non a rischio”.
Non importa davvero chi vince, in questo momento davvero non conta, ma se buona parte della riuscita del contenimento dipende dalla situazione psicologica degli italiani, allora il calcio può fare la sua parte, insieme ad una buona programmazione aperta a tutti e fruibile da tutti.
Che sia per tutti, come un bene nazionale che va tutelato. Quei 90 minuti ci possono cambiare la giornata. Ci vorrebbe poter spalmare le partite ad una al giorno. Non é impossibile, si potrebbe attuare da subito.
E’ vero é strano tutto questo, ma per una volta se davvero il calcio potesse aiutare a modo suo… perché negarlo?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here