in ,

Non ci stiamo capendo più nulla

editoriale italiano

E’ giusto che soprattutto un governo tecnico si debba basare su valutazioni di carattere numerico. E’ giusto che a farle siano gli esperti di settore.
Non é giusto che a pagarne le spese siano sempre gli stessi. Gli italiani che non ci capiscono più nulla di cosa sta accadendo e cosa starebbe per accadere.
Serve trasparenza, oggi come non mai. Sono state modificate le colorazioni delle regioni sulla base di valutazioni numeriche, di dati, che così come sanno identificare persino una situazione in tempo reale hanno delle proiezioni che autorizzerebbero a far sapere di più alla gente comune.
Senza motivi di panico, senza falsi allarmismi. Bisogna smetterla di fare proclami e dirette Facebook che regolarmente dopo 24 ore sono smentite e non aggiornate ma stravolte.
Si va verso una nuova chiusura totale? Onestamente ce lo auguriamo se questo é il solo modo come dicono gli esperti per fermare il virus. Ma smettiamola di cambiare i colori alle regioni come fossero le pareti di casa da ridipingere. Questa cosa sta alienando tutti quanti.
Se tra 2 giorni dobbiamo mandare a scuola i figli o no, mentre nel comune da parte al nostro non li mandano… che senso ha tutto questo? Continuiamo a non capire perché nessuno spiega nulla.
Si sta giocando la carta dei dati, bene dunque usiamo questa strada e basta, ma non inventiamoci interpretazioni personali e politiche in corso d’opera come avvenuto in Lombardia e stanno cercando di far avvenire in Piemonte. Questo non va bene. Milioni di famiglie lunedì tornano al lavoro perché non tutte le attività sono ferme e si possono fermare. Non sanno cosa fare con i propri figli, non sanno dove lasciarli, sono abbandonate a questi dati che nonostante siano chiari vengono supportati da queste ignoranti interpretazioni personali, di regione in regione.

Written by Davide Foschi

Leave a Reply

editoriale italiano

Djokovic tornerà in campo al Miami Open questo mese

editoriale italiano

Disneyland riapre il prossimo mese in California