in ,

Milan cotto a pennello

editoriale italiano

Un Milan stanco e senza testa raggiunge un pari insperato contro l’Udinese in una sfida che doveva dimostrare che la squadra di Pioli non é solo Ibrahimovic. Invece i rossoneri dipendono tanto dal talento svedese.
La dimostrazione é arrivata anche ieri addirittura fuori tempo massimo con un rigore che ha permesso di finire 1-1 quando ormai si era persa ogni speranza.
Ormai agguantare l’Inter in vetta alla classifica é un’operazione impossibile. Il Milan visto ieri é stanco, cotto sotto il profilo mentale, non in grado di poter mantenere i ritmi da prime in classifica. Di questo passo si fanno pericolose le dirette inseguitrici che sono davvero ad un passo dal Milan. Di questo passo sarà un ottimo risultato mantenere un posto Champions, che poi era un sogno ad inizio campionato.
La squadra non per colpa di Pioli, ha bisogno di compattezza e di una rosa più ampia per affrontare le varie fasi di una stagione normale, figuriamoci una stagione assurda come questa del covid.
Ma per questo ci sarà tempo, l’idea di Maldini é sempre stata quella di creare una base giovane su cui lavorare e su cui programmare i prossimi anni. Il Milan lotterà per lo scudetto certamente, ma probabilmente tra 1 o 2 anni perché la squadra vista anche ieri sera non può sostenere i ritmi della capolista Inter.

Written by Davide Foschi

Leave a Reply

editoriale italiano

Autolesionismo pandemico

editoriale italiano

Intelligence scopre complotto dell’estrema destra americana