Messi e la disastrosa caduta di stile

editoriale italiano

Inutile negarlo. si cercano scuse o motivazioni ma poi alla fine ci si aggrappa a comunicati stampa che denotano proprio quanto la mancanza di una gestione “pubblica” dell’immagine di Leo Messi sia stata determinante.
Uno dei giocatori più forti della storia del calcio moderno ed uno dei talenti calcistiche più incredibili di sempre.
E’ caduto proprio sull’immagine, qualcosa che un contratto anche solo da 1 milione di euro all’anno dovrebbe dare per scontato, figuriamoci se si parla di 150 milioni di euro l’anno. Ci dovrebbero essere abbastanza soldi per un ufficio intero di pubbliche relazioni.
Invece no, la gestione familiare ha portato prima allo scontro, poi all’approccio approssimativo ed in fine a suggerire un’intervista che ha tanto la puzza del comunicato stampa e che ha devastato l’immagine di Leo Messi.
Come uomo ancor prima che come calciatore.
In definitiva la battaglia legale non la si fa perché il Barcellona ha ragione e la Liga si é affiancata al club catalano. Dunque sarebbe una battaglia persa in partenza. Le frasi sul club di una vita e sul non portarlo in tribunale lasciano il tempo che trovano. Sono fuori luogo.
Dunque alla fine, che senso ha avuto il comunicare al club e farlo sapere pubblicamente che si voleva rescindere dal contratto? Che senso ha avuto mantenere una posizione di forza quando ancora non si era esaminata la situazione? Che senso ha gestire un’intervista come quella di ieri che potrebbe essere devastante per l’immagine del giocatore?
Le pubbliche relazioni servono proprio a questo, ad avere qualcuno competente che possa suggerirti le mosse migliori. Non ci si inventa agenti o responsabili immagine solo perché uno dei nostri familiari ha un contratto da milioni di dollari ed in questo modo garantisce un lavoro ad ogni componente della famiglia. Meglio lasciar fare a chi é in grado di fare.
Si chiamano pubbliche relazioni ed in questo momento storico sono anche più importanti dei contratti stessi.
Perché puoi essere il giocatore più forte di sempre ma se non lasci che qualcuno capace gestisca questo aspetto per te, pecchi di presunzione e prima o poi il mondo che ti circonda se ne accorgerà.
Ora Messi ha promesso che giocherà sempre al massimo, che darà tutto in questa stagione, che probabilmente se resterà lo stesso presidente sarà la sua ultima al Barcellona, ma provate ad immaginare al primo problema, al primo risentimento muscolare, senza qualcuno che filtra la tua immagine pubblica, non hai scampo. Ne risentirebbe la tua stessa immagine e le tue stesse prestazioni sportive. Dunque pessima scelta sul pretendere di adattare i familiari a posti di lavoro che non sanno gestire affatto.