Mascherine si, mascherine no

0
editoriale italiano

Il WHO non é una parolaccia. Significa testualmente World Health Organization. Tradotto l’organizzazione mondiale della Sanità.
Mentre tutto il mondo si distanzia, mentre tutti si isolano, mentre tutti indossano guanti di lattice e mascherine protettive per il viso, il WHO appunto oggi ha confermato la sua versione iniziale, quella di un mese fa, in cui affermava che le mascherine dovevano indossarle solo coloro che erano affetti da Coronavirus oppure ne avevano i sintomi, insieme a coloro che avevano anche solo i sintomi di influenza e tosse.
Tutti gli altri non avrebbero dovuto indossare le mascherine.
Se la presa di posizione aveva alimentato non poche proteste degli esperti del settore in tutto il mondo 1 mese fa, figuriamoci quest’oggi quando il WHO ha confermato la sua idea.
Oggi nel bel mezzo della pandemia, quando i nostri stessi governi ci invitano ad indossare mascherine, sempre che riusciamo a trovarne, il WHO dichiara che non serve a meno che si sia infetti.
Sempre oggi ci viene detto che indipendentemente da quando raggiungeremo il livello Zero di contagio, la mascherina probabilmente dovremo indossarla anche dopo per un certo periodo e soprattutto a contatto con gli altri. Contemporaneamente il WHO dice che non serve ne dopo e nemmeno oggi.
Difficile definire la posizione esatta, diciamo che quella del WHO si porta dietro non pochi rischi che in questo periodo storico sarebbe meglio evitare.
Pertanto se abbiamo e se troviamo le mascherine gli esperti suggeriscono di indossarle ogni volta che si esce di casa e si entra in contatto con altre persone.
Probabilmente questa é la posizione più sicura e dunque la più consigliabile in questo momento.
Poi eventualmente il WHO avrà tempo, al termine della pandemia di dimostrarci il contrario. Intanto cerchiamo di arrivarci al termine della pandemia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here