Marinai dispersi ritrovati grazie ad un gigante SOS sulla sabbia

0
editoriale italiano

Sembra di più la trama di un film che una notizia da sala stampa. Tre marinai micronesiani bloccati su di un’isola remota del Pacifico sono stati trovati vivi dopo che una squadra di soccorso ha individuato il loro gigantesco messaggio SOS scritto sulla sabbia su una spiaggia.
Gli aerei militari australiani e statunitensi hanno trovato i tre uomini sulla piccola isola di Pikelot, quasi 200 km a ovest di dove erano partiti. I soccorritori hanno dichiarato che i marinai si trovano “in buone condizioni” e senza lesioni significative.
Gli uomini erano scomparsi da tre giorni dopo che la loro scialuppa di sette metri era rimasta senza carburante ed era rimasta in balia del mare e delle onde.
Le autorità nel territorio americano di Guam hanno lanciato l’allarme sabato dopo che gli uomini non sono riusciti a completare un viaggio di 42 km da Pulawat agli atolli di Pulap.
L’HMAS Canberra che batte bandiera australiana stava navigando tra l’Australia e le Hawaii quando ha ricevuto la richiesta di aiuto.
Domenica, un elicottero della Canberra ha avvistato il gigantesco SOS, vicino a un piccolo rifugio di fortuna sulla spiaggia. Atterrato sulla piccola isola ha trovato i dispersi ed ha controllato le condizioni degli uomini oltre a fornire loro cibo e acqua.
“Sono orgoglioso della risposta e della professionalità di tutti a bordo mentre adempiamo al nostro obbligo di contribuire alla sicurezza della vita in mare, ovunque ci troviamo nel mondo”, ha detto il comandante della HMAS Canberra, Terry Morrison.
Nel frattempo, una nave di pattuglia micronesiana si era già messa in navigazione verso l’isola per prendere a bordo gli uomini e riportarli a casa.
Gli Stati Federati di Micronesia, nel Pacifico occidentale, sono costituiti da oltre 600 piccole isole sparse su una vasta distesa di oceano.
L’isola disabitata di Pikelot, lunga meno di mezzo chilometro, è un basso atollo di corallo, fortemente boscoso e sede di una colonia di uccelli marini e sito di nidificazione delle tartarughe.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here