L’illusione del rimborso vacanze

0
editoriale italiano

Milioni di persone nel mondo, passata la situazione di lockdown stanno già valutando che fare con le vacanze quest’anno. Sapendo di non poter viaggiare al di fuori del proprio Paese, ci si deve accontentare, si fa per dire, di restare nella stessa nazione dove si risiede.
Così, tutti coloro che avevano prenotato un viaggio vacanza all’estero dovranno rinunciarvi, almeno per adesso.
Ecco, il punto cardine. Perché richiedere di poter impostare nuove date, potrebbe risultare la situazione favorevole per il cliente e per l’agenzia che ha venduto il viaggio vacanza.
Pensare di poter ottenere un rimborso invece sarebbe praticamente impossibile.
I tempi si allungherebbero talmente tanto che non avrebbe senso nemmeno considerare una causa contro la stessa agenzia.
Alla ripresa della Fase 2 in tutto il mondo, i soldi a disposizione saranno davvero pochi e chi riuscirà a sopravvivere alla situazione collasso economico, sarà un privilegiato, perché in moltissimi invece non riapriranno nemmeno le proprie agenzie.
Dunque pensare di riavere indietro i propri soldi, per quanto fastidioso, é impensabile, perché quei soldi non ci sono.
Pensare di trattare una nuova data invece potrebbe essere la soluzione migliore, magari pianificando un viaggio per il 2021 e ovviamente non più nel 2020. Questa é la soluzione migliore, sapendo di mettere in cassaforte un buono regalo.
Questo lo suggeriscono gli addetti ai lavori, per evitare un’implosione del sistema viaggi, soprattutto quelli internazionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here