Le compagnie aeree evitano lo spazio aereo iraniano

0
60
editoriale italiano

Le principali compagnie aeree internazionali hanno cominciato a spostare i voli al di fuori dello spazio aereo iraniano dopo che nella serata di ieri l’Iran ha lanciato razzi in direzione di 2 basi militari in Iraq che fanno da punto di riferimento per l’esercito americano.
La prima a renderlo noto é stata la Singapore Airlines che ha confermato il cambio nei piani di volo con effetto immediato.
Stesso comunicato a distanza di poche ore é stato reso pubblico anche dalla Malaysia Airlines proprio per gli eventi degli ultimi giorni, che li costringe ad evitare per la sicurezza dei suoi passeggeri lo spazio aereo iraniano.
Negli Stati Uniti la Federal Aviation Administration ha reso noto che lo spazio aereo iraniano ed iracheno é vietato per velivoli non militari, tutti gli altri, tra cui American Airlines e Delta dovranno adeguare i proprio voli.
La United invece già lo scorso giugno aveva cambiato i suoi voli evitando di sorvolare lo spazio iraniano dopo che un drone americano era stato abbattuto.
La decisione delle compagnie arriva nelle stesse ore in cui un Boeing 737 della Ukraine International Airlines é caduto questa mattina poco dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran. Le cause sembrano identificare un problema tecnico, ma la coincidenza temporale lascia un grosso dubbio e si attendono aggiornamenti. Tutte le 176 persone a bordo sono morte nell’incidente di questa mattina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here