L’America delle Apps, vuole scegliere di stampare le tessere per il vaccino al Covid

editoriale italiano

I funzionari sanitari americani hanno sviluppato un modo “vecchia scuola” per aiutare gli americani a tenere traccia del loro programma di vaccinazione: schede cartacee. Le carte fanno parte dei kit di vaccinazione sviluppato dai vari Centers for Disease Control and Prevention, dal Dipartimento della Difesa ​​e verranno inviate a fornitori di servizi sanitari e farmacie.
I kit includono anche siringhe e aghi, una maschera chirurgica e una visiera. La scheda di registrazione, scritta in inglese e spagnolo, elenca le informazioni mediche sul vaccino somministrato, la data in cui è stato somministrato e da chi.
Le carte sono pensate per entrare in un portafoglio come promemoria quando è previsto il secondo vaccino, il cosiddetto richiamo.
Giovedì, il vicepresidente Mike Pence ha detto a una tavola rotonda a Memphis, nel Tennessee, che siamo “a pochi giorni dalla distribuzione di decine di milioni di vaccinazioni Covid al popolo americano”.
Storicamente, carte simili sono state utilizzate per aiutare pazienti e medici a tenere traccia dei programmi di vaccinazione, sebbene siano state in gran parte sostituite da record elettronici.
Due candidati vaccini sono in fase di revisione da parte della Food and Drug Administration, Pfizer e Moderna. Il vaccino di Pfizer richiede una seconda dose 21 giorni dopo la prima e il vaccino di Moderna richiede una seconda dose 28 giorni dopo la prima. Poiché i vaccini Pfizer e Moderna non sono intercambiabili, le persone dovranno assicurarsi che le dosi provengano dalla stessa azienda.