in , ,

La Russia approva lo Sputnik monodose

editoriale italiano

I funzionari della sanità in Russia hanno approvato una versione monodose del vaccino contro il coronavirus Sputnik V.
Il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF), che ha contribuito a finanziare il vaccino, ha affermato in una dichiarazione che Sputnik Light “ha dimostrato un’efficacia del 79,4%” rispetto al 91,6% dello Sputnik V che di solito viene somministrato preferibilmente con due dosi.
I risultati sono stati tratti da “dati registrati da 28 giorni dopo che l’iniezione è stata somministrata come parte del programma di vaccinazione di massa in Russia che era stato impostato tra il 5 dicembre 2020 e il 15 aprile 2021”.
Il vaccino russo è stato approvato negli ultimi mesi per l’uso in oltre 60 paesi nel mondo.
Ma non è stato ancora approvato dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) o dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti.
Alcuni paesi occidentali sono stati diffidenti nei confronti dello Sputnik V, dal nome del satellite di epoca sovietica, per le preoccupazioni che il Cremlino lo avrebbe utilizzato come strumento di soft power per promuovere i propri interessi.
Mosca ha registrato il medicinale ad agosto 2020 prima degli studi clinici su larga scala, ma da allora la rivista medica The Lancet ha affermato che è sicuro e con due dosi è efficace per oltre il 90%.
Più di 20 milioni di persone in tutto il mondo hanno ricevuto il loro primo colpo di Sputnik V.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Calcio ipocrita

editoriale italiano

Razzo cinese in caduta libera potrebbe finire in Italia