La quarantena di Ronaldo a Madeira non aiuta chi vive in 60 mq

0
editoriale italiano

Siamo tutti nella stessa condizione. Siamo tutti sulla stessa barca. Tutti lottiamo allo stesso modo contro lo stesso nemico invisibile.
Magari proprio tutti tutti non direi. Perché se alcune famiglie sono rinchiuse in 60 mq di appartamento ammassate in condomini popolari posizionati proprio all’interno di città in sovraffollamento come Milano o Torino, c’é chi se la passa meglio.
Perché gestire la famiglia e soprattutto i figli piccoli all’interno di un semplice appartamento é una cosa. Farlo in una villa con vista sull’oceano e con piscina sul tetto é un’altra cosa.
Dunque magari non siamo proprio tutti uguali. Dunque magari non affrontiamo tutti la situazione allo stesso modo. Dunque pensiamo pure a quanto i soldi facciano la differenza nelle nostre vite. Diciamo che l’isolamento e la quarantena non sono proprio uguali per tutti.
Le foto provenienti dalla villa di Madeira dove Cristiano Ronaldo sta facendo la sua quarantena hanno cominciato a fare il giro del web e non proprio tutti le hanno accolte nel migliore dei modi.
Restiamo a casa, questo assolutamente deve essere il nostro nuovo inno nazionale, ma non proprio per tutti il confinamento é una passeggiata indolore, una fase di ricarica e un anti-stress. Per molti, quelli dei 60 mq, può essere una situazione anche insostenibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here