La metà dei giorni di lockdown rispetto a Wuhan non può bastare

0
editoriale italiano

Non commettiamo l’errore di pensare che la metà del lockdown rispetto al tempo servito a Wuhan possa bastare per Milano, Torino o qualsivoglia città italiana.
Non sottovalutiamo la situazione solo perché in televisione sentiamo che la linea dei contagi é in costante discesa e che il rapporto di contagio é ormai verso lo Zero.
Non cambia e non deve cambiare nulla nella nostre vite, almeno sino ai primi giorni di Maggio.
Potranno riaprire delle attività commerciali, ma molto lentamente e a scaglioni. Non possiamo permetterci un ri-contagio. Le attività aperte al pubblico dovranno attendere almeno sino a Maggio e anche allora saranno riprese graduali.
Se a Wuhan, che da oggi é tornata una città libera, anche se non al 100%, ci sono voluti 72 giorni di lockdown, non pensiamo di cavarcela con la metà del tempo.
Siamo a metà dell’opera, per quanto difficile é stato questo percorso siamo solo a metà. Vediamo la luce in fondo, ma bisogna continuare a fare sacrifici, altrimenti rischiamo di perdere quanto fatto sino a questo momento.
Ecco perché non possiamo pensare che settimana prossima, dal 15 Aprile possiamo tornare alla normalità. Sarebbe presuntuoso crederlo, ma soprattutto sarebbe contro la scienza stessa che chiede a gran voce molto più tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here