La bufala della Vitamina C

0
editoriale italiano

Da ieri su diverse chat di gruppo attive su whatsapp ha cominciato a girare un audio di una donna che invita a comprare e somministrare la Vitamina C. La giustificazione é che la donna avrebbe saputo da qualsivoglia fonte improbabile che i pazienti trattati in terapia intensiva e non per il coronavirus ottengono ottimi risultati proprio dalla somministrazione della Vitamina C.
Il punto non é il messaggio di una povera persona che mentre parla sta anche mangiando o si sta abbuffando di Vitamina C. Il punto é che in molti ci hanno creduto.
Secondo voi, qualora fosse vero… non avrebbero fatto un comunicato dal Ministero indicando di procurarsi la Vitamina C per combattere il coronavirus?
Il punto é che se vi dicono di prendere dell’acido muriatico per sconfiggere il coronavirus lo prendereste per davvero? Anche perché in effetti potrebbe davvero sconfiggerlo con il decesso del paziente…
Dunque smettiamo di credere nei fantasmi e negli stolti, perché se stiamo a sentirli non siamo meno stolti di loro.
Abbiamo bisogno di notizie positive, é vero. Allora guardiamo a quello che la storia ci racconta. Mettiamoci alla prova, seguiamo le regole e smettiamola di lamentarci perché ci hanno tolto l’apericena o aperitivo come preferite.
Perché ancora ieri, i bar erano aperti, in alcuni casi pieni di gente che non stava certo ad 1 metro l’una dall’altro. Dunque crediamo nella realtà e non diventiamo capre ignoranti. Chiudiamo bar e qualsiasi attività sino a fine mese, collaboriamo tutti e si vedranno i risultati.
La vitamina C non fa male, fa solo bene, ma lasciamo credere agli stolti che possa salvarci dal coronavirus.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here