Kim Jong Un sarebbe in coma

0
editoriale italiano

D’obbligo il condizionale quando si trasmettono informazioni e notizie riferite alla Corea del Nord.
Secondo quanto riferito, il leader nordcoreano Kim Jong-un è in coma e sua sorella Kim Yo-jong eserciterà il controllo “de facto” su questioni nazionali e internazionali, hanno detto diversi media citando un ex aiutante del defunto presidente della Corea del Sud Kim Dae-jung.
Chang Song-min, che ha servito Kim Dae-jung come segretario per gli affari politici e come capo dell’ufficio di monitoraggio degli affari di stato, avrebbe affermato in un post sui social media che nessun leader nordcoreano avrebbe affidato alcuna delle sue autorità a un’altra persona a meno che non fosse troppo malato per governare o fosse stato rimosso con un colpo di stato.
“Ritengo che lui (Kim Jong Un) sia in coma, ma la sua vita non è finita”, ha detto al Korea Herald.
“Non è stata formata una struttura di successione completa, quindi Kim Yo-jong viene portata alla ribalta poiché il vuoto non può essere mantenuto per un periodo prolungato”, ha aggiunto.
Chang afferma di aver ottenuto le informazioni da una fonte cinese più che affidabile che afferma con certezza che Kim è “in coma”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here