in ,

Kim Jong Un ammette la situazione di emergenza

editoriale italiano

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha ammesso che il suo paese sta affrontando la “peggiore situazione” mentre si è rivolto a migliaia di membri del suo partito durante un’importante conferenza politica a Pyongyang.
Gli esperti dicono che Kim sta affrontando forse il suo momento più difficile mentre si avvicina a un decennio di governo e che la pandemia potrebbe metterlo in ginocchio per davvero questa volta.
L’agenzia di stampa centrale coreana ufficiale del Nord ha detto che Kim ha fatto i commenti durante un discorso di apertura in una riunione dei segretari di cella del Partito dei lavoratori.
Per un paese come la Corea del Nord e per un dittatore come Kim Jong-Un arrivare ad ammettere una situazione di emergenza nazionale indica chiaramente che tutto potrebbe collassare da un momento all’altro. Nessuno ha idea del livello di contagi da coronavirus registrati in Corea del Nord probabilmente perché lo stesso Kim Jong-Un non li vuole rendere pubblici, ma di certo mai prima d’ora si era pubblicamente dimostrato debole o indebolito. Evidentemente l’effetto chiusura totale abbinato all’effetto pandemia stanno giustificando le previsioni degli esperti.

Written by Cinzia Grandi

Leave a Reply

editoriale italiano

Siamo ancora troppo lontani dall’immunità di gregge

editoriale italiano

Vergogna diplomatica, nessuna sedia per Von der Leyen