Juventus, niente scuse

0
12
editoriale italiano

Inutile negarlo o cercare di mascherarlo. L’Atletico Madrid ha meritato pienamente la vittoria contro la Juventus per 2-0.
La preoccupazione rimane che le reti potevano anche essere di più e nessuno avrebbe potuto dire nulla.
Sembra quasi che la realtà virtuale in cui é abituata a giocare le partite di campionato la Juventus, in cui gestisce i minuti e le forze, abbia sbattuto con il faccione proprio addosso ad una realtà di calcio europeo ben più reale e ben più concreta.
E chi meglio di Simeone può insegnare il calcio concreto fatto di corsa e sacrificio?
Ora si fa dura, non impossibile certo, ma molto dura per la gara di ritorno a Torino.
La sola speranza é che questa situazione di dominio assoluto in campionato smetta di influire negativamente sulla psiche dei giocatori bianconeri che si sentono in grado di gestire tutto e tutti.
Ieri sera é arrivata una bella dimostrazione di umiltà da giocatori non certo inferiori a loro.
La Juventus sta uccidendo il campionato, ma il campionato sta uccidendo la Juventus stessa nella fase di avvicinamento e preparazione delle partite europee.
Serve un passo in avanti deciso, facendo però oggi dieci passi indietro e soprattutto restando con i piedi per terra.
Perché alla fine Ronaldo ha vinto 5 Champions, ma non dimentichiamoci che non le ha vinte da solo, aveva una squadra alle sue spalle che lo mandava in porta.
Ieri l’idea di squadra della Juve si é persa per le strade di Madrid ancora prima di arrivare allo stadio.

Leave your vote

Comments

0 comments

LEAVE A REPLY