In Galles un errore umano porta online i dati di 18 mila positivi al coronavirus

0
editoriale italiano

I dettagli personali di oltre 18.000 residenti in Galles risultati positivi al coronavirus sono stati accidentalmente caricati su un server pubblico, dove potevano essere ricercati da chiunque usasse il sito.
Nel caso di 16.179 persone, le informazioni pubblicate consistevano nella sigla, data di nascita, area geografica e sesso.
Per 1.926 persone che vivono in case di cura o altre strutture chiuse come alloggi assistiti, o residenti che condividevano lo stesso codice postale di quelle strutture, le informazioni includevano anche il nome della struttura.
I dati erano per ogni residente gallese risultato positivo al Covid-19 tra il 27 febbraio e il 30 agosto.
Public Health Wales ha affermato che la violazione dei dati è stata il risultato di un “errore umano individuale” e non di un attacco hacker o qualsiasi tipo di violazione.
Naturalmente i dati sono stati oscurati e coperti da password appena ci si é resi conto dell’errore ma nel frattempo qualche malintenzionato in pochi secondi sarà riuscito sicuramente a scaricare la lista e ci si augura che non venga mai più resa pubblica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here