in ,

Il Monkey Whisperer della Florida sotto accusa per traffico di primati

Un uomo in Florida ben noto come “Monkey Whisperer”, ovvero il sussurratole delle scimmie, è stato accusato a livello federale di una presunta operazione di traffico attraverso la quale ha venduto primati in diversi stati, hanno riferito i pubblici ministeri.
Jimmy Wayne Hammonds, 57 anni, di Parrish, é sempre stato conosciuto sul web come The Monkey Whisperer. Allevava e vendeva animali selvatici da sempre, ma avrebbe dirottato parte delle sue vendite anche verso il mercato illegale, che ha coinvolto scimmie molto rare vendute tra il 2016 ed il 2017.
Nel settembre 2017, Hammonds prevedeva di vendere illegalmente una scimmia cappuccino da 12.650 dollari a un acquirente in California, secondo l’accusa.
Sul suo sito web, la società ha riconosciuto che gli acquirenti privati ​​senza licenza non sono autorizzati a possedere scimmie nello stato della California. Hammonds ha tentato di nascondere la vendita trasportando l’animale in Nevada, dove è consentito possedere scimmie, hanno detto i pubblici ministeri.
Nell’ottobre 2017, l’animale è stato poi consegnato in California, dove le forze dell’ordine alla fine hanno sequestrato la scimmia solo tre mesi dopo, secondo l’accusa.
Hammonds è stato anche accusato di aver venduto diversi altri soggetti di specie protette ad acquirenti in Wisconsin, Alabama e Carolina del Sud da marzo 2016 a ottobre 2017, sempre secondo l’accusa.
Ora si tratterà di esaminare le prove e decidere se confermare l’accusa. In tal caso il sussurratore di scimmie rischia grosso, oltre ad una grossa multa anche diversi anni di carcere.

Written by Marianna Longoni

Non possiamo nascondere Tik Tok ai nostri figli

Ford in America richiama 3 milioni di veicoli per problemi con l’airbag