Se lo sono trovato all’improvviso gli abitanti di Nogales, in Arizona.
Una mattina sulla cinta di confine che divide la città americana dalla stessa città su territorio messicano, al risveglio, come niente fosse si sono trovati km e km di filo spinato.
Ma la cosa più importante é che il consiglio comunale si é riunito d’urgenza ed ha approvato la richiesta di rimozione immediata.
Nessuno lo vuole e non solo per un fattore estetito. Nessuno vuole quel filo spinato tra loro e i residenti che stanno dall’altra parte del filo.
Per decenni la loro vita é stata alimentata in entrambe le direzioni dagli abitanti dall’altra parte della città e metterci un filo spinato di mezzo sembra voler rimarcare una distinzione che gli abitanti del luogo non possono e non vogliono permettere.
Dunque ora che il consiglio comunale ha approvato la rimozione immediata la palla passa a Washington dove in caso di rifiuto si potrebbe generare un precedente pericoloso.
Anche perché a Nogales nessuno ha intenzione di farsi mettere sotto, per quanto la città di confine conti poco più di 20 mila abitanti, nessuno vuole darla vinta al Presidente Trump e alla sua politica “di confine”.

Leave a Reply

Skip to toolbar