Il Covid-19 può resistere 1 mese su alcune superfici

editoriale italiano

Una nuova ricerca suggerisce che il coronavirus può sopravvivere per un mese su alcune superfici e a temperatura ambiente.
Tra queste superfici troviamo le banconote e il telefono cellulare. Il virus responsabile del Covid-19 è “estremamente robusto” a 20 °C , considerata la temperatura ambiente, e sopravvive per meno tempo a temperature più elevate.
A scoprirlo l’agenzia scientifica nazionale australiana CSIRO. Il Centro australiano per la preparazione alle malattie di Geelong, Victoria, ha affermato che la loro ricerca suggerisce che il coronavirus potrebbe sopravvivere fino a 28 giorni sulle superfici dure. Studi recenti hanno dimostrato che il virus è in grado di rimanere infettivo nelle particelle sospese nell’aria per più di tre ore.
Gli scienziati hanno essiccato il virus in un muco artificiale su diverse superfici, a concentrazioni simili a quelle riportate in campioni di pazienti infetti e quindi hanno poi isolato nuovamente il virus dopo un mese.
Lo studio è stato condotto anche al buio, poiché la ricerca ha dimostrato che la luce solare diretta può disattivare rapidamente il virus.
La dott.ssa Debbie Eagles, vicedirettore dell’Australian Center for Disease Preparedness, ha dichiarato: “I nostri risultati mostrano che SARS-CoV-2 può rimanere infettivo sulle superfici per lunghi periodi di tempo, rafforzando la necessità di buone pratiche come il lavaggio regolare delle mani e la pulizia delle superfici”.
“A 20 gradi Celsius, che è circa la temperatura ambiente, abbiamo scoperto che il virus era estremamente robusto, sopravvivendo per 28 giorni su superfici lisce come il vetro che si trova sugli schermi dei telefoni cellulari e le banconote di plastica.”