Il CEO di Tik Tok lascia la società

0
editoriale italiano

Il CEO di TikTok Kevin Mayer ha detto ieri sera che ha deciso di lasciare la società mentre le tensioni aumentano tra Washington e Pechino in merito alla piattaforma video di proprietà cinese.
Le dimissioni di Mayer arrivano pochi giorni dopo che TikTok ha intentato una causa per sfidare il governo degli Stati Uniti sulle affermazioni che la popolarissima app di social media può essere utilizzata per spiare gli americani.
TikTok è stato al centro di una tempesta diplomatica tra Stati Uniti e Cina, e il presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo il 6 agosto dando agli americani 45 giorni per smettere di fare affari con la società madre cinese di TikTok, ByteDance, fissando effettivamente una scadenza per una vendita dell’app a una società statunitense.
TikTok, che è stato scaricato 175 milioni di volte negli Stati Uniti e più di un miliardo di volte in tutto il mondo, ha sostenuto nella causa che l’ordine di Trump era un uso improprio dell’International Emergency Economic Powers Act perché la piattaforma – su cui gli utenti condividono spesso video divertenti in forma abbreviata non è “una minaccia insolita e straordinaria”.
L’ex dirigente della Disney Mayer, che è stato in carica solo da maggio, ha dichiarato in una lettera al personale che “l’ambiente politico è cambiato drasticamente” nelle ultime settimane.
“In questo contesto, e poiché ci aspettiamo di raggiungere una risoluzione molto presto, è con il cuore pesante che ho voluto farvi sapere che ho deciso di lasciare l’azienda”, ha scritto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here