Il CEO di Barclays: non torneremo più a lavorare uno vicino all’altro

editoriale italiano

Il coronavirus sta stravolgendo le nostre vite e le nostre stesse abitudini. Il CEO della Barclays, Jes Staley ha dichiarato quest’oggi che non esisteranno più per molto tempo i grossi complessi immobiliari che ospitavano migliaia di persone per volta al lavoro dalle proprie postazioni ammassate come accadeva sino a poco prima della pandemia.
Non si è nelle condizioni di poter tornare a quella situazione lavorativa.
Nel frattempo bisognerà insistere e migliorare le nostre posizioni di lavoro gestite in smart working e sebbene prima o poi arriverà il vaccino, questa condizione di cambiamento imposta non riporterà più a lavorare come si faceva prima, proprio per prevenire nuove ed ulteriori malattie contagiose.
Mettere dunque tutte quelle persone a stretto contatto nello stesso posto di lavoro potrebbe diventare un ricordo di un’epoca passata che ormai è finita.
Qualsiasi nuova indicazione anche solo di presunto contagio creerebbe una situazione di panico tra le persone che sarebbe impossibile da affrontare se rimesse nelle condizioni di prima del coronavirus.
L’eventualità di nuovi contagi esiste, volendo essere schietti, molto di più di una guerra atomica o nucleare.