I supermercati del Piemonte torneranno a vendere cartoleria

0
editoriale italiano

La regione Piemonte, dopo 3 settimane di divieto di vendita di pennarelli, quaderni e materiale scolastico, da domani potrà permettere ai supermercati e non solo di vendere nuovamente questi articoli.
Oggetti necessari, indispensabili in questa fase di isolamento.
Il decreto del governo non li aveva inseriti tra i beni di prima necessità, ma alla fine lo sono diventati di diritto con i bambini reclusi in casa per tutto il giorno.
Da un lato si era chiesto ai negozianti di sospendere le attività, dall’altro andava fermata la grande distribuzione per evitare una concorrenza sleale.
Così é stato, ma come sempre a rimetterci sono i fruitori finali ed in questo caso erano i nostri figli per i quali non sapevamo più dove acquistare articoli di cancelleria.
A tal proposito é intervenuto personalmente Alberto Cirio, presidente della regione Piemonte, che probabilmente già da domani autorizzerà gli esercizi commerciali aperti, come supermercati, tabaccherie e edicole a vendere biro e quaderni, piuttosto che gomme e righelli.
Attenzione perché non si tratta di una ripresa delle attività e di una nuova ri-apertura, si tratta solo di aver svincolato un bene non di prima necessità certo, ma di fondamentale importanza per l’istruzione dei nostri figli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here