I neonazisti vogliono infettare deliberatamente ebrei e musulmani

0
editoriale italiano

La storia ci riporta spesso, troppo spesso, a leggere pagine tristi, pagine che hanno determinato quello che siamo oggi e che determineranno sempre quello che saremo domani. Con il bene ed il male a fare da contraltare, a scandire il tempo di una sinfonia molto spesso geniale, ma anche troppo spesso stonata.
Nelle ultime settimane in paesi come la Gran Bretagna, ma non solo, i neonazisti hanno radunato i loro seguaci per spingerli ad infettare deliberatamente ebrei e musulmani, proprio utilizzando come arma quel coronavirus che é entrato con arroganza ed irriverenza nelle nostre vite.
Così, da un rapporto reso pubblico dalla Commissione inglese per la lotta all’estremismo veniamo messi in guardia che le teorie cospirative sono aumentate a dismisura soprattutto durante le fasi di lockdown e senza limiti geografici.
Il rapporto avverte: “Abbiamo ascoltato notizie di attivisti britannici di estrema destra e gruppi neonazisti che promuovono narrazioni anti-minoranza incoraggiando gli utenti a infettare deliberatamente gruppi, comprese le comunità ebraiche; e degli islamisti che propagano narrazioni anti-democratiche e anti-occidentali, sostenendo che Covid-19 è una punizione divina da parte di Allah in occidente per la loro presunta “degenerazione”.
Sara Khan, che guida la commissione, ha affermato che l’impatto della “propaganda estremista e della disinformazione sulla nostra democrazia non può essere sottovalutato”.
Ha ripetutamente invitato i ministri a “impegnarsi urgentemente” per combattere l’estremismo, affermando che è necessaria una “revisione completa e urgente” della politica di governo.
“La pandemia non ha scoraggiato gli estremisti dal divulgare le loro odiose ideologie”, ha detto. “Al contrario, come sempre in una crisi, hanno sfruttato appieno il blocco per promuovere pericolose teorie di cospirazione e disinformazione, in particolare online.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here