Greta Thunberg: treni pieni, un buon segno

editoriale italiano

Greta Thunberg non é solo la persona dell’anno per il Time, é probabilmente oggi la più forte influencer al mondo, se il termine si intende proprio come “influenzare” gli altri.
Ha postato una sua foto seduta per terra su di un vagone ferroviario in Germania mentre tornava verso casa e circondata da valige di ogni tipo e da quel momento si é scatenata una corsa al commento, alla condivisione con numeri impressionanti e molti che hanno criticato la compagnia ferroviaria tedesca.
La compagnia Deutsche Bahn che gestisce le linee ferroviarie ha cominciato a twittare in risposta e non si é più fermata da quando Greta ha postato la sua foto.
La compagnia é sempre stata famosa per la puntualità e la precisione del suo servizio. Ma negli ultimi anni si é invece distinta per un peggioramento evidente del servizio ed un aumento dei prezzi.
Per questo motivo ha voluto sfruttare il tweet di Greta per augurarle dapprima un buon viaggio.
Dopo qualche ora un altro tweet in cui la Deutsche Bahn voleva precisare che la giovane attivista svedese aveva un posto in prima classe insieme agli altri suoi amici e che lei ha deciso di fare questa foto per motivi suoi, ma che il posto lo aveva.
Dopo qualche ora, un altro tweet in cui ringrazia Greta per il supporto verso la Deutsche Bahn e la sua battaglia contro il cambiamento climatico e che il treno usato dalla giovane era elettrico e 100% eco-friendly.
Poi ancora un tweet, forse il più fastidioso, evitabile: “sarebbe stato bello se avessi riportato quanto amichevoli e competenti sono state le persone dello staff nel servirti in prima classe”.
Infine arriva la precisazione di Greta che non aveva alcun problema con il viaggio, con il posto a sedere e con Deutsche Bahn e ci tiene a dire che i treni pieni sono un gran segnale perché significa che la domanda per il viaggio in treno é alta.