Fiat chiede 6,3 miliardi di prestito garantito dallo Stato

0
editoriale italiano

Della torta statale di prestiti garantiti da 200 miliardi, 30 sono destinati alle piccole e medie imprese, mentre i restanti 170 miliardi sarebbero per le grandi aziende. Ebbene FCA da sola chiede il 5% abbondante di quella fetta, tutta per sé.
Nulla di strano, anzi. La società con sede a Torino ha chiesto ad Intesa Sanpaolo il prestito con la garanzia dello Stato sino al 70%. La soluzione fa parte del pacchetto Garanzia Italia presente nel decreto Liquidità ed alle quali le grandi aziende possono appoggiarsi per rientrare da eventuali stress finanziari causati dal Covid.
I soldi, come riportato sulla richiesta servirebbero per stipendi di oltre 55 mila dipendenti, oneri fiscali e contributivi.
Il punto é ben diverso però. Se per una sola azienda che da sempre ha ottenuto appoggi ed agevolazioni dallo Stato italiano, decurtiamo il 5% dell’ammontare totale, come giustifichiamo con gli altri un eventuale rifiuto? Con la mancanza di garanzie?
Alzi la mano chi ne ha a sufficienza in questo periodo…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here