Fermatevi! Restate a casa!

0
editoriale italiano

La gestione delle notizie é qualcosa di talmente delicato da poter modificare gli equilibri di un paese, di un popolo o di un’intera nazione.
Se facciamo sapere che nei casi più estremi i Carabinieri hanno sottoscritto un accordo con le Poste di poter recapitare la pensione a casa di pensionati non in grado di recarsi in posta in questo periodo particolare, é meglio specificare le situazioni particolari a cui ci si riferisce, altrimenti, molti pensionati al di sopra degli 80 anni pensano che la pensione arriverà il prossimo mese a casa… portata dai Carabinieri.

Se diciamo che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta valutando di cominciare ad allentare le restrizioni a partire dalla prossima settimana, gradatamente. Lo diciamo in buona fede e la notizia corrisponde a verità, ma purtroppo per buona parte degli italiani significa:”Evviva… si torna fuori!!!”
E’ quanto accaduto ieri, dove i denunciati sono stati oltre i 10 mila e dove si notavano nelle città molte più persone in giro.
Non dimentichiamoci che l’italiano é quello che evita le code, quello che non rispetta le regole anzi ama aggirarle, siamo dei geni in questo e riconosciuti in tutto il mondo.
Se pensiamo che tra 2 giorni arriverà la Pasqua vuol dire che stiamo correndo un grosso rischio se pensiamo di non seguire le regole.
Settimana prossima riaprirà solo qualche attività, per tutte le altre ci vorranno settimane. Per essere liberi di muoverci… stessa storia.
Dunque, che sia chiaro, in ospedale stanno morendo ancora tante persone, il pericolo di contagio é ancora ai massimi livelli, ed una ricaduta sarebbe letale per il nostro Paese e per la nostra economia.
Ecco perché va detto a gran voce: Fermatevi, non é finito nulla, statevene a casa o richiamo di vanificare i sacrifici fatti sino ad oggi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here