Il primo prototipo di chip che potrebbe collaborare con il nostro cervello rimanendo sempre collegato ad un computer potrebbe essere impiantato in un essere umano entro la fine del 2020.
Lo ha detto l’eccentrico visionario Elon Musk nei giorni scorsi e se lo dice lui difficile pensare che sia una bufala.
Il cervello umano abbinato all’intelligenza artificiale sarà in grado di gestire e controllare un computer.
I primi test sono già stati portati a termine su animali tra cui le scimmie che hanno dato risposte decisamente positive e inaspettate.
L’implementazione nella nostra testa sarà così semplice che non servirà alcun intervento chirurgico specialistico ma sarà possibile attraverso una semplicissima procedura che richiederà pochi minuti.
Ovvio che gli scettici si sono già schierati chiedendosi quale sarà il limite invalicabile per l’intelligenza artificiale. Sino a che punto la mente umana dominerà quella artificiale, o viceversa?
Si attende solo il via libera del governo federale e i test sugli umani potrebbero diventare una realtà in pochi mesi.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar