“E’ quello che é” dice Trump del coronavirus e dei morti

0
editoriale italiano

Il presidente Donald Trump ha dichiarato in un’intervista che il coronavirus negli Stati Uniti è sotto controllo e che il crescente bilancio delle vittime “è quello che è” dopo che l’ondata di contagi e di morti sta devastando l’America intera da settimane ormai.
In un’intervista realizzata con Jonathan Swan di Axios la scorsa settimana e trasmessa solo ieri sera su HBO, a Trump è stato chiesto come il virus può essere considerato sotto controllo quando 1.000 americani muoiono ogni giorno.
“Stanno morendo, è vero. E’ quello che é. Ma ciò non significa che non stiamo facendo tutto ciò che possiamo. È sotto controllo tanto quanto puoi controllarlo. Questa è una pestilenza orribile” ha precisato Trump.
Dunque dalla situazione iniziale adesso arriva almeno l’ammissione che il Covid-19 é qualcosa di devastante. Poi però nell’elogiare come nella fallimentare fase 1 la gestione dell’emergenza da parte della sua amministrazione passa direttamente alla Fase 2 che ammette quello che é, non se lo spiega e dimostra di non saperlo gestire e vuole che gli americani la prendano con filosofia… “é quello che é?!?!”.
Non può bastare, servono indicazioni precise e precise linee guida.
Tutto ben lontano dall’ottimo lavoro dichiarato, tutto ben diverso dall’avere sotto controllo qualcosa.
Ironia della sorte forse il Trump della fase iniziale era anche meno pericoloso e approssimativo di quello attuale che dimostra di brancolare nel buio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here