E’ morto Jack Sherman, ex chitarra dei Red Hot Chili Peppers

0
editoriale italiano

Jack Sherman, un tempo chitarrista dei Red Hot Chili Peppers che aveva anche suonato nell’album di debutto della band, è morto all’età di 64 anni.
Lo ha confermato la band venerdì. Nessuna causa di morte è stata fornita.
“Noi della famiglia RHCP vorremmo augurare a Jack Sherman una navigazione tranquilla nei mondi dell’aldilà, perché è morto”, ha scritto la band su Instagram. “Jack ha suonato nel nostro album di debutto e nel nostro primo tour negli Stati Uniti. Era un ragazzo unico e lo ringraziamo per tutti i momenti buoni, cattivi e intermedi.”
Il contratto di Sherman nei Red Hot Chili Peppers durò poco più di un anno a partire dal dicembre 1983, con il chitarrista, che sostituì il membro fondatore Hillel Slovak, che suonava nell’omonimo album di debutto della band.
Sherman ha anche co-scritto gran parte del materiale del secondo LP della band, Freaky Styley, ma quando si è riunito all’inizio del 1985 per registrare quell’album, i Chili Peppers, in mezzo alle crescenti tensioni, si sono separati da Sherman.
Poco dopo, Sherman è stato parte dell’esercito di chitarristi reclutati per l’album del 1986 di Bob Dylan Knocked Out Loaded, ed é apparso nei titoli di coda insieme a Tom Petty, Ronnie Wood, David A. Stewart e Mike Campbell.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here