in ,

Dopo Lega e PD ora i 5 Stelle si siedono al tavolo con Berlusconi

editoriale italiano

Ieri le votazioni sulla piattaforma Rousseau hanno dato ragione a Conte, Di Maio e Grillo. Il governo Draghi avrà la fiducia anche del Movimento 5 Stelle. Ma notizia ancora più pesante, il Movimento si siederà allo stesso tavolo di governo con Berlusconi ed il suo partito.
Non sarà il momento di fare campagna elettorale, ma avendo pianificato comizi interi in tutta Italia dove dal palco si gridava al pubblico quando Berlusconi ed il suo gruppo fossero stati dannosi per l’Italia, lascia sbigottiti vederli ora allo stesso tavolo di governo.
Questo é ben lontano dal voler essere un giudizio, il lettore finale e soprattutto gli iscritti al Movimento sapranno trarne delle conclusioni che non non dobbiamo e non vogliamo trarre.
La notizia però non é che il governo sarà appoggiato, ma che dopo la Lega, dopo il PD ora il Movimento camaleontico dei 5 Stelle sarà sulla stessa sponda di partiti come Forza Italia che insieme al suo leader sono sempre stati il centro delle contestazioni, il successo inverso dello stesso Movimento.
E non usiamo la frase… “per il bene del Paese”, perché nessuno ci cascherebbe più. La semplicità di analisi porta a capire che il NO avrebbe significato ripartire da zero o quasi, nelle piazze ad urlare contro tutto e tutti. Il SI più semplicemente significa mantenere una posizione di governo e non dover tornare indietro dopo tutta la strada fatta, un pò come quando dalla Lega si é passati al PD. A questo punto domani se dovesse servire probabilmente il Movimento sarebbe pronto ad appoggiare anche la Meloni o Renzi, come é giusto che sia in politica. Ecco, forse ora il Movimento é diventato davvero un partito politico, perché ha cominciato a fare politica, la buona vecchia politica italiana.

Written by Miriam Parodi

Leave a Reply

editoriale italiano

Taylor Swift pubblica le nuove versioni di Fearless

editoriale italiano

Facebook cancella le notizie false provenienti da Myanmar