in ,

Datore paga dipendente in monetine per ripicca

editoriale italiano

Un uomo ha accusato il suo ex datore di lavoro di una mossa “infantile”, dopo aver ricevuto il suo pagamento finale di 915 dollari in pochi centesimi.
Andreas Flaten ha scoperto il bottino di 90.000 monetine, che erano ricoperte da una sostanza oleosa e untuosa.
In cima alla pila c’era la sua ultima busta paga insieme ad un esplicito messaggio di commiato dall’officina dove lavorava.
Il signor Flaten ha lasciato il lavoro a novembre e afferma di aver incontrato difficoltà a ricevere l’ultimo pagamento.
Ora passa le sue notti a pulire gradualmente i pennies in modo da poterli incassare, e gli ci è voluta un’ora e mezza per rendere utilizzabili almeno alcune centinaia di monete.

Written by andrea montelli

Leave a Reply

editoriale italiano

Europa ultima della fila nel reperimento vaccini

editoriale italiano

Nuova Zelanda assegna 3 giorni di ferie retribuite per le coppie che hanno un aborto spontaneo