Coronavirus e tanta psicosi ignorante

0
437
editoriale italiano

Sale il numero delle vittime in Cina. Ormai i deceduti per il virus mortale superano i 107. Nelle stesse ore le autorità fanno sapere che l’ospedale costruito a tempo di record sarà ultimato entro la settimana e tutto é pronto per renderlo operativo da subito.
Ma quello che preoccupa non é in Cina, ma in Italia con quella conclamata psicosi ignorante che sta mietendo vittime nel nostro Paese.
Persone che non vanno più nei ristoranti cinesi per paura di essere contagiate, altre che chiedono alle famiglie cinesi se hanno fatto i controlli.
Madri che vanno dal pediatra per sapere se il figlio che ha una normale influenza potrebbe essere stato contagiato dal coronavirus… perché in classe con lui c’é un bambino cinese.
Ecco il contagio peggiore, quello che prende la nostra psiche e riesce a diventare una psicosi per qualsiasi piccolo dettaglio.
Anche se, per il coronavirus, per quanto letale se non preso in tempo, si può trovare rimedio, mentre per le psicosi collettive rimane il contagio ignorante che non ha alcun rimedio.
Dunque facciamo chiarezza, prima ancora di dare fiato e voce ai nostri pensieri, facciamo chiarezza con noi stessi. Informiamoci, tuteliamoci se si dovesse rendere necessario, ma smettiamola di diffondere ignoranza gratuita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here