in

Conte ottiene la maggioranza

editoriale italiano

Il gioco di potere di saper condividere idee ed opinioni in base al momento storico esiste da sempre, sin dal primo giorno in cui la politica é entrata a far parte della nostra comunità.
Non significa giocare sporco o imbrogliare l’elettore, significa lavorare per ottenere quei compromessi necessari a raggiungere obiettivi comuni proprio con coloro che gli elettori hanno scelto per governare.
Gli scambi di posizioni e le condivisioni di potere sono alla base della politica, meglio capirlo da subito. Non esistono situazioni politiche di successo che non abbiamo necessitato di dover condividere il percorso con forze politiche con pensieri differenti.
Questo é successo in Italia per un secolo, questo é successo da sempre in tutto il mondo, questo succede ancora oggi con il Governo Conte.
Tutto normale, tutto previsto e prevedibile. Giudicare per questo l’operato del presidente del Consiglio significa ridurre al nulla il lavoro svolto sino ad oggi, lasciando spazio al gossip low cost che di solito lascia il tempo che trova.
Conte, nonostante lo sgarbo di Renzi e del suo partito (perché alla fine di sgarbo si parla), ha ottenuto la maggioranza, alla Camera ed al Senato.
Ora avrà tempo per adeguare il suo governo nel rispetto di coloro che gli hanno dato fiducia e dunque nel rispetto degli elettori.
Avrà modo di aumentare il suo consenso nazionale e avrà modo di tutelarsi da nuovi possibili attacchi di palazzo come quello portato avanti da Iv nelle ultime settimane.
Il presidente del Consiglio ha rimandato al mittente gli attacchi politici che avrebbero dovuto destabilizzare il governo nel momento peggiore per il nostro Paese.
Si é parlato tanto di democrazia che non si ferma di fronte nemmeno ad una pandemia. Tutti ci siamo chiesti come fosse possibile con 600 morti al giorno per covid, inventarsi proprio ora una crisi di governo? Ebbene Renzi non lo ammetterà mai, ma proprio perché il paese é debole e confuso che il momento era perfetto per sferrare il suo attacco.
Come lui stesso ha dichiarato nel suo discorso… “ora o mai più”. “Ora” non lo é stato, molti italiani si aspettano che adesso prevalga il “mai più” per l’ex presidente del Consiglio.

Written by Matteo Tinelli

editoriale italiano

E’ cominciata l’era Biden

editoriale italiano

In Inghilterra ci si avvicina ai 100 mila morti per covid