Chiara Ferragni ed il suo Unposted

editoriale italiano

Una delle priorità e delle caratteristiche principali della nuova proprietà di Editoriale Italiano saranno le recensioni. E’ importante poter condividere un parere personale in merito ad un prodotto, un servizio o un film. E’ importante far sapere cosa si pensa per potersi confrontare con chi la pensa come noi oppure con chi la pensa esattamente al contrario.
Dunque abbiamo cominciato e lo abbiamo fatto scegliendo di vedere Unposted, con Chiara Ferragni, in esclusiva su Amazon.
Non é una biografia, perché ci sono troppi pochi cenni a tal proposito. Non annoia, anzi diverte sapere tante cose sino ad oggi rimaste nascoste. Ma soprattutto non facciamo la fine di quelli a cui non piacciono i films dell’orrore e poi li guardano e fanno brutte recensioni.
Questo non é un film, ma una specie di documentario. Racconta di un personaggio pubblico che ha saputo dare una svolta forte a tutto un sistema moda sino a pochi anni fa chiuso ermeticamente.
E’ vero, nella moda snobbavano e snobbano ancora oggi se non sei del giro o se non conosci nessuno dell’ambiente. E’ vero, sei trattato ancora come un impestato in alcuni casi.
E’ vero, il settore pieno di redattrici di giornali incapaci di fare il proprio mestiere é stato messo all’angolo da una serie di fashion bloggers nel mondo che vendono con un post più di quello che vende un mensile di moda di prestigio.
Dunque prima di guardare il documentario fate un passo indietro senza giudicare, prima di guardare pensate a cosa questa ragazza di Cremona, piena di una volontà spaventosa ha saputo fare da sola. Senza budgets particolari, mentre nella moda si parlava anche di 300 mila dollari per una copertina con 3 redattrici che viaggiavano in business class solo per essere sul set.
Dopo che si é fatti un’idea della persona e di cosa ha significato, allora é il momento di guardare questo documentario sul personaggio Chiara Ferragni.
Ha costruito un impero da sola, sulla sua immagine ed attorno alle sue idee, ci ha creduto mentre in tanti le davano contro. Solo per questo merita enorme rispetto. Poi il documentario può piacere o non piacere, annoiare o meno, ma comunque é un collage di pezzi di vita che aiutano a capire come sia nato il personaggio Chiara Ferragni.
La nostra opinione é positiva, il documentario merita la visione. Forse si poteva lavorare meglio sul montaggio e sugli abbinamenti della fasi tra interviste e ricordi del passato che in alcuni casi sono troppo pesanti e lunghi, ma nel complesso da guardare.

editoriale italiano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here