Alto rischio valanghe, 3 morti solo oggi

editoriale italiano

Le forti nevicate delle ultime settimane e i forti sbalzi di temperatura avevano preparato a condizioni ad alto rischio sulle nostre montagne.
Oggi, in poche ore ci sono stati 2 incidenti mortali, uno sulle Alpi e l’altro in Alto Adige. In tutte e due le occasioni le vittime sono state travolte da una valanga.
Il primo incidente é avvenuto in Valsesia, per la precisione ad Alagna, siamo nella provincia di Vercelli. Un giovane con lo snowboard stava facendo del fuori pista quando é partita la valanga che lo ha travolto.
E’ scattato subito l’allarme, il giovane é stato rintracciato sotto la neve ancora in vita. Trasportato in ospedale le sue condizioni sono apparse subito disperate.
In Trentino Alto Adige invece l’incidente mortale é avvenuto sull’Alpe di Siusi, vicino alla stazione dell’impianto Goldknopf-Bahn. Anche in questo caso i soccorsi sono partiti immediatamente ma anche in questo caso non c’é stato nulla da fare, la donna coinvolta é deceduta.
L’ultima ora riporta anche la morte di un soccorritore della finanza in Valle d’Aosta.
Per finire, una terza valanga si é staccata oggi in Veneto, questa volta senza vittime, ma a dimostrazione di quanto si diceva all’inizio: la situazione é seria e pericolosa. Da questa sera il rischio valanghe in Piemonte é forte, solo in alcuni tratti medio. In Alto Adige il livello é da considerarsi considerevole e in Veneto viene identificato come moderato.
L’importante é avere prudenza e verificare sempre prima di partire le condizioni della neve e anche il meteo in generale, con particolare attenzione alle temperature.