Sono bastate circa 12 ore per trovarsi strade, sottopassi, cantine e zone agricole allagate.
L’acqua era prevista insieme ai temporali e alla grandine. La sorpresa é stata che la grandine ed il vento questa volta hanno lasciato il passo ad una quantità di acqua da far spavento.
Il Po a Torino questa mattina si é ingrossato a vista d’occhio regalando ai visitatori un insolito panorama autunnale mai visto al mese di luglio.
Tutto il Piemonte é sott’acqua da molte ore e l’intensità non sembra voler calare.
Le zone più a rischio sono state indicate come l’astigiano, il cuneese e l’alessandrino, ma dai primi dati pervenuti in tutta la regione le precipitazioni stanno preoccupando.
La sola nota positiva é che sembra poterci essere un definitivo miglioramento dalle prime ore del pomeriggio, al massimo in alcune zone entro la serata, quando la perturbazione si sposterà verso le regioni centrali e meridionali.
Si suggerisce la massima attenzione soprattutto nelle zone di campagna.
I mezzi pubblici a Torino città sono in pesante ritardo in alcuni casi a causa dei grossi problemi di viabilità, pertanto si suggerisce di evitare la città, se possibile, almeno per la giornata di oggi.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar