in , ,

Adesso dopo l’uragano Ida la preoccupazione principale riguarda i contagi

editoriale italiano

L’uragano Ida ha colpito pesantemente la Louisiana, mettendo a dura prova gli ospedali e le risorse sanitarie mentre migliaia di persone sono rimaste senza energia elettrica.
Come se non bastasse ad aggravare la situazione degli abitanti delle zone colpite dall’uragano, gli esperti temono che l’impatto di Ida peggiorerà la diffusione del COVID-19, soprattutto dove i tassi di vaccinazione sono bassi, in alcuni casi solo circa un terzo della popolazione e i casi sono saliti ai massimi storici.
Rifugi affollati, trattamenti in ritardo, ospedali inondati e unità di terapia intensiva al limite, sono una ricetta che mette le comunità poco vaccinate a grave rischio di ulteriori infezioni, hanno affermato gli esperti.
Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, il 41% della popolazione della Louisiana è stata vaccinata. I non vaccinati rappresentano la maggior parte dei decessi e dei ricoveri.
“Questa è una polveriera per la pandemia”, ha affermato il pediatra Irwin Redlener, direttore fondatore del National Center for Disaster Preparedness della Columbia University.
Si temono picchi di contagi tra qualche giorno, ma come dire a delle persone che hanno perso casa e tutto quello che avevano, di non rifugiarsi in un luogo comune dove viene data loro assistenza, cibo e servizi essenziali?

What do you think?

182 Points
Upvote Downvote

Written by Marianna Longoni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

editoriale italiano

Trovate crepe sulla Stazione Spaziale Internazionale

editoriale italiano

Il nuovo iPhone potrebbe collegarsi direttamente al satellite